Domenica della Parola di Dio

di | 23 Gennaio 2021

Oggi come Chiesa universale, celebriamo la seconda Domenica della Parola di Dio. Il senso di questa Domenica è indicato da Papa Francesco nella Lettera apostolica Aperuit illis:

«Dedicare in modo particolare una domenica dell’Anno liturgico alla Parola di Dio consente, anzitutto, di far rivivere alla Chiesa il gesto del Risorto che apre anche per noi il tesoro della sua Parola perché possiamo essere nel mondo annunciatori di questa inesauribile ricchezza». .

Nel periodo che stiamo vivendo e nelle circostanze anomale che le nostre comunità cristiane si sono trovate a fronteggiare, la Parola di Dio rimane «lampada ai nostri passi», luce che fa camminare. La stessa Parola di Dio si è fatta “vulnerabile” e continua a esserlo incarnandosi nelle parole di uomini e donne. Questa celebrazione annuale della Domenica della Parola di Dio può essere come lo specchio della vulnerabilità della nostra storia e delle nostre stesse vite, ferite e segnate dai limiti dell’esperienza corporea e della liturgia stessa. Ci immergiamo allora nell’ascolto e nella guida della Parola, in chiesa e nelle nostre case spazio privilegiato della chiesa domestica.